fbpx

Brufoletti da mascherina. Che fare?

brufoletti da mascherina che fare samifar

Diciamolo subito, la mascherina è una scocciatura. È scomoda, dà fastidio, fa appannare gli occhiali e con il caldo che arriva è ancora peggio.

Però la mascherina serve a contrastare la diffusione del virus, e ci sono ormai diversi studi che lo dimostrano (te ne metto qua uno a titolo di esempio).

Uno degli inconvenienti che potresti aver notato in questo periodo è la comparsa di antiestetici brufoletti attorno alla bocca.

In questo post ti suggeriamo alcuni accorgimenti per limitare questo fastidio.

Pulizia

Attenzione massima alla pulizia: dovremmo farlo sempre, ma in questo periodo di più. E magari sarà l’occasione buona per acquisire delle buone abitudini da conservare anche per il futuro.

Quello che devi fare è detergere accuratamente la pelle del viso mattina e sera. Sì, anche se non ti trucchi.

Se già tendenzialmente hai la pelle grassa o mista, usa sempre un detergente specifico, se hai la pelle normale o secca va benissimo un detergente delicato.

Se preferisci un detergente senza risciacquo, non dimenticare mai il tonico, che rimuove i residui e impedisce che vadano a ostruire i pori.

Idratazione

Per il giorno, spazio a idratanti viso leggeri e non grassi, a prescindere dal tipo di pelle e dall’età. Sono perfetti i sieri, da usare al posto della crema su tutto il viso e non solo su zone specifiche.

Se hai la pelle secca, puoi compensare la sera con una crema viso più corposa e nutriente, ricordandoti sempre di detergere a fondo al risveglio, per eliminare gli eccessi (vedi sopra).

Una o due volte a settimana, dedica alla cura della pelle qualche minuto in più, con uno scrub delicato e una maschera specifica: purificante se hai la pelle mista o grassa, illuminante per pelle normale, nutriente per la pelle secca.

Alimentazione

Anche l’alimentazione influenza la salute della pelle: preferisci alimenti leggeri, tanta verdura cruda e cotta, frutta a volontà e naturalmente tanta, tantissima acqua durante la giornata.

A tuo piacere, puoi aggiungere all’acqua un drenante detox – eh sì, non servono solo per la cellulite – oppure puoi preparare tisane depurative, per esempio a base di tarassaco e carciofo, da sorseggiare anche fredde.


Infine ricorda, dobbiamo indossare la mascherina nei luoghi chiusi e in tutte le situazioni in cui mantenere la distanza interpersonale è difficile.

In tutte le altre situazioni – passeggiate in luoghi poco frequentati, sport all’aperto, in auto se sei da sola o con i conviventi – approfitta per toglierla (con le mani pulite!) e far respirare la tua pelle.

E sempre, a meno che il tuo lavoro o le tue condizioni di salute non richiedano diversamente, preferisci mascherine lavabili, in cotone, che fanno bene non solo a te, ma anche all’ambiente.


L’immagine è di Ani Kolleshi ed è su Unsplash

Share

Rispondi

0

Your Cart