Insufficienza renale cronica felina: le 3 cose essenziali da sapere

insufficienza renale cronica gatto samifar

1 – Cos’è?

L’insufficienza renale felina, o malattia renale felina, è una patologia degenerativa dei reni che, nella sua forma cronica, è frequente nei gatti, soprattutto a partire dai 7 anni di età.

In pratica i reni smettono progressivamente di funzionare, cioè perdono la capacità di eliminare gli scarti, concentrare l’urina e conservare i sali minerali nel sangue.

La conseguenza è una progressiva intossicazione dell’organismo.

2 – Quali sono i sintomi?

  • perdita di peso e di massa muscolare
  • mancanza di energia, debolezza, tachicardia
  • gastroenterite, diarrea, vomito
  • inappetenza
  • aumento della sete
  • afte della bocca
  • alito cattivo
  • ulcere gastriche

E’ molto importante precisare che nelle fasi iniziali della malattia i sintomi possono non essere presenti, perché fino a un certo punto la parte sana dei reni compensa il malfunzionamento di quella malata.

Nello stesso tempo, la diagnosi precoce è estremamente importante, perciò è fondamentale far visitare periodicamente il gatto dal veterinario anche in assenza di sintomi.

3 – Come si interviene?

Se noti uno o più dei sintomi elencati, porta il tuo gatto dal veterinario, che ti prescriverà le cure necessarie. L’obiettivo delle terapie non è, purtroppo, curare la malattia, ma rallentarne la progressione e migliorare la qualità di vita dell’animale.

Potrebbero essere necessari dei farmaci e sicuramente dovrai adattare la sua alimentazione con:

  • un alimento specifico che abbia le seguenti caratteristiche:
  1. basso tenore di fosforo, per rallentare la progressione della malattia
  2. tenore di proteine bilanciato in modo da alleggerire il carico sui reni, ma mantenendo nello stesso tempo un buon tono muscolare
  3. presenza di fibra solubile, che ha la capacità di ridurre l’escrezione renale di azoto
  4. presenza di antiossidanti, per il benessere generale dell’organismo
  5. pH neutro, che aiuta a limitare la formazione di calcoli di ossalato
  6. buona appetibilità, in modo che per te sia più facile far seguire la terapia alimentare al tuo gatto
  • un apporto adeguato di acqua: assicurati che il tuo gatto non smetta di bere acqua e cerca di farlo bere di più. Come?
  1. mettigli a disposizione varie ciotole di acqua in punti diversi della casa
  2. posizionale in zone tranquille e lontane dalla lettiera
  3. cambia l’acqua con frequenza

Fonte dell’immagine

Share

Rispondi

0

Your Cart