ginseng la radice dell'energia

Il ginseng, che nella lingua cinese significa letteralmente pianta umana o pianta a forma di uomo, poiché la forma delle radici ricorda una figura umana stilizzata, è un prodotto vegetale che si ricava dalle radici di piante perenni appartenenti al genere Araliaceae. Queste piante crescono spontaneamente in climi freddi e sono particolarmente diffuse nella Cina del nord, in Siberia e anche in alcune zone della Corea e del Vietnam.

Proprietà e utilizzi

La qualità più diffusa e pregiata è il Panax Ginseng, che si può trovare in Cina e Corea, utilizzato da millenni nella medicina tradizionale cinese e giunto fino ai giorni nostri con l’indicazione principale di tonico adattogeno:

  • tonico: migliora le capacità di resistenza fisica e mentale alla fatica. Integratori a base di ginseng si rivelano utili per tutti coloro che praticano molto sport, studiano o sono convalescenti da malattie;
  • adattogeno: utile nel fronteggiare situazioni di stress nelle quali l’organismo è costretto, appunto, ad adattarsi a condizioni avverse. Questo avviene principalmente grazie alla capacità del ginseng di stimolare il rilascio nell’organismo di cortisolo, un ormone prodotto dalle ghiandole surrenali, che agisce migliorando la capacità di risposta allo stress.

L’uso del ginseng è particolarmente raccomandato in inverno poiché è in grado sia di stimolare le difese immunitarie aiutandoci a combattere le malattie da raffreddamento, sia di promuovere tutti quei meccanismi di adattamento corporei che ci fanno sopportare meglio le basse temperature tipiche della stagione fredda.

ginseng radice
Fonte dell’immagine: http://www.inlifehealthcare.com/blog/ginseng-benefits/

Il ginseng si trova in commercio il varie formulazioni: estratto fluido, radice polverizzata (come tale oppure incapsulata), flaconcini da bere oppure anche sotto forma di radice intera da masticare.

In molte formulazioni, al ginseng si associano altre sostanze come, ad esempio, la pappa reale e questo per potenziare l’azione tonica e ricostituente del ginseng stesso.

Il ginseng è anche afrodisiaco?

Uno dei benefici da sempre attribuiti al ginseng è quello di afrodisiaco. Tradizionalmente, quest’effetto è stato spiegato sempre con la capacità del ginseng di ridurre stanchezza fisica e stress, condizioni che di sicuro non favoriscono le prestazioni amorose.

Di recente, però, alcune ricerche hanno messo in evidenza come gli effetti del ginseng sull’attività sessuale maschile dipendano, oltre che dalle proprietà tonico-adattogene, anche da un effetto diretto sul rilascio di ossido nitrico, essenziale per la vasodilatazione e per la normale funzione erettile.

Quando non si deve usare

Seppure in grado di produrre tutti questi effetti benefici, il ginseng non è adatto a tutti:

  • i prodotti a base di ginseng interferiscono con l’azione di alcuni farmaci (anticoagulanti, psicofarmaci, farmaci ipoglicemizzanti ed insulina), in alcuni casi potenziandone l’effetto in altri riducendone l’azione farmacologica;
  • l’assunzione di ginseng è sconsigliata a persone che soffrono di ipertensione, ansia, palpitazioni ed insonnia poiché è in grado di aggravare i sintomi di questi disturbi;
  • i bambini al di sotto dei 12 anni non dovrebbero assumere prodotti contenenti ginseng;
  • il ginseng è sconsigliato durante la gravidanza e generalmente sconsigliato durante  l’allattamento.

Anche nelle categorie di persone non a rischio, il sovradosaggio e/o l’uso prolungato di prodotti contenenti ginseng possono causare disturbi quali nausea, vomito, palpitazione ed insonnia. Chiedi sempre consiglio al tuo medico e al tuo farmacista di fiducia.

Acquista online:

Ginseng: la radice dell’energia
Tag:         

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: