Nella cura del nostro amico a quattro zampe, un’attenzione particolare va riservata alla pulizia delle orecchie, che andrebbe effettuata almeno una volta al mese, anche più spesso nei cani con le orecchie flosce e pesanti, come ad esempio i cocker.

La pulizia regolare del padiglione auricolare e del condotto uditivo serve a rimuovere il cerume prodotto in eccesso: un accumulo di cerume favorisce l’instaurarsi di otiti, spesso di natura infettiva, poiché batteri ed altri microrganismi si nutrono voracemente della patina ceruminosa che si forma nell’orecchio.
Ecco perché nei cani dalle orecchie pendenti la pulizia andrebbe effettuata più spesso: in questo tipo di cani l’orecchio lungo e pesante chiude il condotto uditivo, impedendo una efficace aerazione e favorendo un ambiente caldo-umido particolarmente adatto allo sviluppo dei microrganismi.
Un eccesso di cerume comunque è di per sé sempre dannoso ed in grado di scatenare l’otite.

Come si fa

A differenza di altre operazioni, che devono essere preferibilmente eseguite dal veterinario a meno di non essere molto esperti (come ad esempio il taglio delle unghie), la pulizia delle orecchie può essere tranquillamente effettuata in casa.

Il padiglione auricolare va pulito con una soluzione oleosa – l’olio di mandorle dolci va benissimoo con prodotti specifici per questo tipo di operazione, utilizzando una garza o un panno.
Meglio evitare l’ovatta, perché potrebbe lasciare residui. Pur con estrema delicatezza, bisogna accertarsi di asportare tutto l’eccesso di secrezione, insistendo soprattutto nelle pieghe dove lo sporco si accumula con più facilità.
Per quanto riguarda la pulizia del condotto uditivo, vanno assolutamente evitati i bastoncini auricolari tipo cotton-fioc: l’introduzione del bastoncino nel canale auricolare non solo è pericolosa, perché può procurare lesioni, soprattutto se il cane è vivace e si muove spesso, ma è anche inutile, dato che non si fa altro che spingere lo sporco ancora più a fondo.
La pulizia del condotto va effettuata utilizzando prodotti specifici, che si possono acquistare in farmacia, in parafarmacia o nei pet-shop. che vengono introdotti in gocce nella quantità necessaria.
Si procede, quindi, massaggiando la base dell’orecchio per alcuni secondi.
A questo punto il cane avrà necessità di scuotere abbondantemente le orecchie e questo movimento contribuirà a distribuire il liquido all’interno dell’orecchio stesso e ad allontanare l’eccesso di prodotto che provvederemo ad asciugare con un panno o una garza.
Attenzione al prodotto che utilizzate: nella maggior parte dei casi i prodotti di pulizia specifici per il condotto uditivo possono essere utilizzati anche per la pulizia della parte esterna dell’orecchio, ma non è quasi mai valido il contrario!
Leggete attentamente le istruzioni d’uso e, se non siete sicuri, chiedete sempre al veterinario o al farmacista!

Non intervenite da soli, ma consultate subito il veterinario, invece, nel caso in cui il cane mostri già i sintomi di una probabile otite:

  • se scuote molto spesso la testa
  • se prova a grattarsi di continuo l’orecchio
  • se piega spesso la testa di lato
  • se notate secrezioni, arrossamenti e cattivo odore
In tutti questi casi il fai da te non è una buona scelta!
Soprattutto, non intervenite con detergenti aggressivi per eliminare secrezioni e odori sgradevoli e non somministrate medicinali di vostra iniziativa!

[Fonti delle immagini: Foto 1, Foto 2, Foto 3]

Benessere animale: pulire le orecchie del cane

2 pensieri su “Benessere animale: pulire le orecchie del cane

  • 21 giugno 2016 alle 14:40
    Permalink

    Salve lei dichiara che la pulizia auricolare non necessita del medico veterinario,ma i miei veterinari dicono il contrario.
    Io stessa ho rotto un timpano ad un mio cane tempo fa.
    Non è affatto una passeggiata e non va chiesto consiglio al farmacista……ma al MEDICO veterinario

    Rispondi
    • Lara Milanese
      21 giugno 2016 alle 17:01
      Permalink

      Buonasera e grazie del commento. Mi dispiace molto per il suo cane e ha ragione, intervenendo in modo maldestro sulle orecchie del proprio cane si possono causare danni, per questo nel post abbiamo tenuto a precisare che l’operazione deve essere svolta molto delicatamente e soprattutto che non devono essere impiegati strumenti tipo cotton-fioc e simili: concorderà con me che è estremamente improbabile rompere un timpano passando delicatamente una garza nel padiglione auricolare oppure lavando il condotto con alcune gocce di un prodotto specifico.
      In ogni caso qui alla SamiFar siamo le prime, anche nel lavoro di ogni giorno al banco, a raccomandare di rivolgersi al veterinario in caso di incertezze o dubbi. Grazie di nuovo del commento e buon pomeriggio!

      Rispondi

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: